BIOGRAPHIE

LOGO BAYARD-NIZET

 

Accueil 

 

Edition 

 

Catalogue 

 

Compositeurs 

 

Gravure 

 

MyPartitor

 

Polices
 


Oeuvres éditées 

Compositeurs 

Georges Antoine 

Paul Barras 

Tiziano Bedetti 

Michel Béro 

Jean-Louis Cadée 

Leonello Capodaglio 

Yves Carlin 

Dominique Charle 

Thierry Chleide 

Marcel Cominotto 

Roger Cornelis 

Mathieu Debaar 

Christian Debecq 

Firmin Decerf 

Paul Detiffe 

Berthe di Vito-Delvaux 

Georges Dubois 

Albert Dupuis 

Luc Dupuis 

Michel Fourgon 

Pierre Froidebise 

Maurice Guillaume 

André Jadot 

Mathieu Jodin 

André Klenes 

Lucien Lambotte 

Louis Lavoye 

Michel Leclerc 

Guillaume Lekeu 

Jean-Luc Lepage 

Alain Levecq 

Pierre Liémans 

Albert Lomba 

Guy-Philippe Luypaerts 

Anne Martin 

Raymond Micha 

Marian Mitea 

Onofrio Palumbo 

Désiré Pâque 

Jean-Dominique Pasquet 

Carlos Peron Cano 

René Potrat 

Henri Pousseur 

Jean Rogister 

Paul Rouault 

Paul Sana 

Edouard Senny 

Claude Siquiet 

Philippe Verkaeren 

Patrick Wilwerth 

Pirly Zurstrassen 

  Leonello CAPODAGLIO (Lendinara 1945)

La traduction française sera mise en ligne dès que possible :-)

CAPODAGLIOLeonello Capodaglio compositore italiano (Lendinara, Veneto) ha studiato a Venezia con Gian Francesco Malipiero e Ugo Amendola (Composizione) Gino Gorini (Pianoforte) Egida Giordani Sartori (Clavicembalo) Franco Ferrara (Direzione d'orchestra).

Ha vinto i seguenti premi internazionali di composizione musicale: l'"Atoll" di composizione corale, indetto dalla Haute Accademie de Lutece, Parigi, 1972; il "Valentino Bucchi" di composizione pianistica, Roma, 1979; il "D'Alessi" di musica sacra, Treviso, 1981; il "Diapason d'argento" di composizione per banda, nella ricorrenza del Bimillenario Virgiliano, Gonzaga, 1981; il Concorso per Composizione da Camera promosso dagli Amici della Penisola Sorrentina, Napoli, 1987; il Concorso Internazionale per il "VII Centenario della traslazione della Santa Casa" riservato per una messa per coro a cappella, Loreto, 1994; il Concorso di Composizione per Organo indetto dall'AGIMUS, Varenna, 2000; il Concorso Europeo di Composizione per Pianoforte dell'Associazione Curci, Barletta, 2001. Autore di 235 numeri d'opus, ha avuto più di duecento programmazioni in Italia, anche a carattere monografico (l'opera pianistica, l'integrale per arpa, ecc.) e in filodiffusione RAI. Viene periodicamente eseguito anche all'Estero (Francia, Germania, Inghilterra, Belgio, Croazia, Russia, Giappone, Canada, Bulgaria, Moldova, USA). Le sue opere originali più significative sono gli oratori per soli, coro e orchestra La Croce Vittrice (1984) su testo di Mons. Giuseppe Del Ton, Protonotario Apostolico, De Sanctae Sophiae Angore Animi (1998) e De Rebus Mirandis Biagi Episcopi (2003); la cantata mariana Ecco l'Aurora (1987) da sonetti di Francesco De Lemene; le opere liriche Fornarina (1994) su libretto di Aleardo Aleardi e Calliroe (1999) su libretto di Luigi Pirandello; La Beltà, raccolta di sei concerti per strumento solista e orchestra (oboe, violino, pianoforte, violoncello, tromba, arpa) e Selva d'Orfeo, dodici ariette per tenore, violino, violoncello e pianoforte.

Alcune sue opere sono "pezzi d'obbligo" in concorsi nazionali e internazionali per violinisti e pianisti. Al suo attivo conta 128 pubblicazioni di vario genere (dalle citate opere liriche "Fornarina" e "Calliroe" a concerti solistici, dallo strumentale da camera al solo da concerto) edite dalle maggiori edizioni musicali italiane (Zanibon, Carrara, De Santis Edipan, Berben, Eco, Eurarte, L'Oca del Cairo) e dalle estere Pizzicato Verlag Helvetia (Svizzera), Bardon Enterprises (Inghilterra e Germania), Phylloscopus Publications, Spartan Press e Devilish Publishing (Inghilterra), Bayard-Nizet (Belgio) Alfonce Production ed Editions Fuzeau (Francia) - primo compositore italiano contemporaneo pubblicato da queste case editrici straniere- . La sua discografia è presente con cinque titoli, di cui uno quale allegato ai volumi della Storia dei Papi degli storici Biagia Catanzaro e Francesco Gligora e presentato a Papa Giovanni Paolo II. Inoltre il pezzo Souvenir per pianoforte, eseguito dallo stesso autore, è stato registrato dalla Discoteca di Stato ed ivi custodito.

Molti suoi lavori sono catalogati presso varie biblioteche (a Roma, Milano, alla Centrale di Firenze, all'Università Pontificia Salesiana, alla New York Public Library, alla Cleveland Public Library negli Stati Uniti, che custodisce 20 opere a stampa) e presso Istituti Musicali. Il suo tratteggio biografico e il catalogo delle opere sono pubblicati principalmente nel Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti (UTET, 1990), nell' International Who's Who in Music del Biographical Centre di Cambridge (UK) in Die Musik in Geschichte und Gegenwart (G) nel Dizionario dei Musicisti Contemporanei (Ed. Cembalo, Napoli, 1994) nel Dizionario della Musica Italiana, nel Dizionario Le Firme dell'Organo (Bergamo, 2003) nel Dizionario della Musica Italiana per Banda, nella Enzyklopadie den Musiktheaters, nella Directory of Composers for Organ della Royal School of Church Music, nel Repertorium Orgelmusik della Schott Musik International. Sue notizie si trovano in una dozzina di libri di musicologia, in tutti i portali web e in quelli specialistici musicali (Musigramma, Foliomusic, Amazon, Di-Arezzo, Sheetmusicplus, Sheetmusicdigital,,Freehand, AMIC, OPAC, JPC,Yale University, Washington University, Cleveland Public Library, ecc.).

E' chiamato "per chiara fama" a funzioni di Commissario o di Presidente di commissione in numerose rassegne o concorsi di musica, tra le quali il "V. Bucchi" di Roma, il Concorso Internazionale di Canto di Adria, il Concorso Nazionale di Composizione Corale "F. Cedolin" di Trieste, il Concorso Nazionale per Lirica da Camera di Adria. Ha rifondato e diretto l'Istituto Musicale "Aureliano Ponzilacqua" di Lendinara (1976-1984). Ha svolto docenza di Teoria, Composizione e Pianoforte. E' stato Direttore del Conservatorio Statale di Musica "Antonio Buzzolla" di Adria (1995-1998). Ha diretto varie orchestre in oltre 70 concerti (la "Benedetto Marcello" di Venezia, la "Pietro Lappi" di Lendinara, l'Orchestra del Conservatorio e quella del Centro Lirico Internazionale di Adria, l'Orchestra Giovanile del Veneto di Padova.

In qualità di letterato è attivo con diversi volumi editi da Panda (Armonie concertanti, Il Grillo d'oro, Esercizi filarmonici, Fortune giovanesche, Ornato Suasorio) e con altri autori dalla Morcelliana di Brescia (Giuseppe Del Ton) e dal Centro MCL della Comunità Europea (Dizionario dei Poeti della Seconda Repubblica, Massa Carrara, 1995). Recensito sui Quaderni dell'Umanesimo diretti dal Prof. Ettore Paratore (AIPC, Roma), collabora a periodici quali Il Quadrivio, Almanacco Veneto di Angelo Savaris, Nuovo Contrappunto e Contrattempo. Nel 2005 è stato premiato al Premio Nazionale "Gianni Spagnol" con il romanzo storico Cuori Pavani. Ha tenuto conferenze di musicologia anche presso l'Università Popolare di Adria e presso Comuni e Istituzioni del Veneto. In una conferenza, avvenuta a Roma, presso la Camera dei Deputati, con traduzione simultanea in tre lingue e registrata da RAI 3, ha illustrato la sua scoperta intorno alla tecnica fonocromatica messa a punto da Antonio Vivaldi.

E' stato proclamato Senatore Accademico per meriti artistici in seno all'Ente Morale Accademia Internazionale di Propaganda Culturale di Roma, quindi nominato Delegato Responsabile per il Triveneto.
















 

Da Capo